• Continua evoluzione  e
    Continua evoluzione e qualità dei materiali a garanzia dell'affidabilità
  • I nostri profili ...
    I nostri profili ... particolari che fanno la differenza
  • Sviluppo delle innovazioni
    Sviluppo delle innovazioni e riduzione della manutenzione
  • Flessibilità ed Adattabilità
    Flessibilità ed Adattabilità queste le caratteristiche dei nostri cardani

Coppie nominali trasmissibili

La durata teorica dell’albero cardanico corrisponde normalmente alla durata dei cuscinetti delle crociere e può essere ricavata dai nomogrammi seguenti relativi alle varie famiglie in funzione di tre parametri:

• coppia (o potenza) media di lavoro
• velocità di rotazione della pto
• angolo di snodo

Il nomogramma consente di determinare sia la durata teorica di uno specifico albero in determinate condizioni di lavoro, sia la dimensione di un albero che soddisfi i requisiti di durata richiesti.
Si fa presente che i dati ricavati dal nomogramma hanno il solo scopo di fornire un’indicazione di massima per la scelta della dimensione del cardano e/o per la verifica delle sue prestazioni.

Di seguito sono riportati i nomogrammi relativi a 4 gruppi di famiglie:

  • TX, RX
  • AX, BX, MX, ME, UE, XE, TQ, MT, UT, XT
  • YE, YF, MY, UY, XY, SQ, MS, US, XS
  • YP (PLUS)

La lettura del nomogramma può essere effettuata in una duplice maniera:

  1. conoscendo le caratteristiche di durata, angolo di snodo, numero di giri e coppia trasmessa relative ad una data applicazione, il nomogramma consente di determinare la dimensione che deve avere l’albero per quella applicazione. Partendo da un valore della colonna di sinistra (L) relativa alla durata teorica della trasmissione cardanica, si tracci un segmento passante per il valore dell’angolo di snodo (α) e terminante sulla colonna “S2”. Dal punto individuato tracciare un nuovo segmento passante per il valore della colonna “n” (numero di giri) fino a raggiungere la colonna “S1”. Infine disegnare un ultimo segmento che passi per uno specifico valore di coppia presente sulla colonna “M” fino a raggiungere la colonna “D”. La dimensione corretta dell’albero per la specifica applicazione corrisponde alla prima dimensione presente al di sotto del punto raggiunto sulla colonna “D”.
  1. conoscendo la dimensione dell’albero cardanico, il nomogramma consente di determinare la sua durata teorica in funzione della coppia trasmessa, del numero di giri e dell’angolo di snodo relativi ad una determinata applicazione. Partendo da uno dei valori della colonna “D” relativi alla dimensione dell’albero, eseguire lo stesso precedimento descritto nel caso 1) passando per specifici valori di numero di giri e angolo di snodo, fino a determinare il corrispondente punto sulla colonna “L” che identifica la durata teorica di quella specifica trasmissione cardanica.

NOMOGRAMMA DI DURATA FAMIGLIA TX, RX
NOMOGRAMMA DI DURATA FAMIGLIA AX, BX, MX, ME, UE, XE, TQ, MT, UT, XT

 

 

 

 

 

 

Nelle situazioni in cui il punto di attacco di macchine operatrici trainate non è equidistante tra le due prese di forza, i due angoli α1 e α2 non sono uguali per cui, nel calcolo della durata media teorica della trasmissione cardanica, è necessario utilizzare il valore relativo all’angolo maggiore tra i due, ovvero α1/2 nel caso di fig.8.


Questo discorso vale solamente per alberi a doppio giunto omocinetico dove la trasmissione complessiva risulta omocinetica. Invece, per le trasmissioni cardaniche composte da un giunto semplice ed uno omocinetico (fig.10), il parametro α che deve essere utilizzato per la stima della durata teorica media è quello relativo al giunto standard se il suo angolo di snodo è maggiore della metà di quello del giunto omocinetico (α4 > α3/2) o, viceversa, la metà dell’angolo di snodo relativo al giunto omocinetico, se esso è maggiore di quello relativo al giunto standard (α3/2 > α4). 

 

 

 

 NOMOGRAMMA DI DURATA FAMIGLIA YE, YF, MY, UY, XY, SQ, MS, US, XS
NOMOGRAMMA DI DURATA FAMIGLIA Yp
NOMOGRAMMA DI CALCOLO POTENZA, VELOCITA' E COPPIA